Le sanzioni penali e amministrative

Procedimento avanti al Giudice di Pace

Ricevuta la notifica del provvedimento di sospensione cautelare della patente da parte del Prefetto a seguito di controllo del tasso di alcool, si può proporre ricorso avanti al Giudice di Pace del luogo di accertamento entro 30 giorni dalla notifica.   In tale ricorso si richiede l’annullamento del provvedimento di sospensione o la sospensione sino alla sentenza del Giudice Penale.  I motivi di ricorso devono essere ben specificati. I motivi, naturalmente, variano da caso a caso e vanno concordati con l’avvocato. Le sanzioni penali e amministrative

In ogni caso, il periodo di ritiro e sospensione della patente operato dal Prefetto sarà detratto dal periodo di sospensione che eventualmente determinato con la sentenza del magistrato penale.

Il ricorso va depositato presso l’ufficio del Giudice di Pace competente per territorio. Viene, quindi, nominato il giudice e fissata l’udienza, con la notifica della data al ricorrente. In tale data si deve essere presenti, altrimenti il ricorso viene dichiarato inammissibile.

Procedimento penale

Il processo penale nasce con il verbale dei Pubblici Ufficiali che hanno effettuato il controllo (P.S., Carabinieri, Vigili Urbani ecc.): verbale che viene trasmesso immediatamente alla Procura della Repubblica presso il Tribunale del luogo ove è stata commesso il fatto.

Il Pubblico Ministero può iniziare l’azione penale con la richiesta al Gip di emissione di un decreto penale di condanna,  ovvero con la notifica della citazione a giudizio immediato se autorizzato tale giudizio dal giudice delle indagini preliminari.

Nel primo caso (notifica di decreto penale) si può proporre opposizione entro 15 giorni dalla notifica, trasformando così il procedimento per decreto in procedimento ordinario penale.

Nel secondo caso il processo inizierà alla data indicata nella citazione a giudizio.

L’avvocato difensore può essere nominato sin dal momento in cui l’autorità di polizia effettua il controllo e potrà assistervi in ogni grado del processo (decreto penale, giudizio avanti al tribunale, appello e ricorso per cassazione).

Se non si nomina un avvocato di fiducia, viene nominato un avvocato di ufficio.

Nel verbale in cui si viene sottoposti all’alcoltest va indicato che i verbalizzanti hanno informato il soggetto interessato che un difensore può assistere all’esame.